Bacio Venturi - Levi
Bacio Rinaldi Morandi
Scherzo sul set??
Ris Music Video [Cristina]
Ris intossicati sul set
Tutte le sigle
Parodia della sigla
Unabomber tuffo dalla diga
Anna Giordano muore
Inseguimenti
Bacio Anna Riccardo
Backstage III serie
Francesca prigioniera
Francesca storia
Francesca ospedale

1] PRIMO PREMIO A ROMANZO RIS
2] R.I.S. 6 - Delitti Imperfetti: Fabio Troiano confermato nel cast!
3] MAGDALENA PULIVO LE CASE ORA RIPULISCO I CRIMINALI
4] MAGDALENA PULIVO LE CASE ORA RIPULISCO I CRIMINALI
5] Presentazione Alessandra Capitano del RIS
6] MEDIASET scheda Programmes RIS 5 - DELITTI IMPERFETTI
7] Franco Forte e La Compagnia della Morte
8] Vini con delitti: bianchi, rossi e frizzanti
9] Gea Lionello in amore
10] Jun Ichikawa Mainichi Japan

Il caso Cogne
Erika & Omar
Unabomber
Pacciani
Sarah Jay
F. Carretta


Delitti Imperfetti - Garofano Luciano

Titolo: Delitti imperfetti. Sei casi per il Ris di Parma
Autore: Garofano Luciano
ISBN: 88-438-0484-7


Delitti Imperfetti 2 - Garofano Luciano

Titolo: Delitti imperfetti. Atto II. Nuovi casi per il Ris di Parma
Autore: Garofano Luciano
ISBN 88-438-0515-0 EURO



DVD - RIS Delitti Imperfetti

Titolo: DVD RIS - Delitti imperfetti
Cerca e compra



DVD - RIS 2 Delitti Imperfetti

Titolo: DVD RIS - Delitti imperfetti 2
Cerca e compra



DVD - RIS 3 Delitti Imperfetti

Titolo: DVD RIS - Delitti imperfetti 3
Cerca e compra



PC game - RIS Delitti Imperfetti

Titolo:[PC-Game] RIS - Delitti imperfetti
SITO



RIS Alessandra, Capitano del RIS

Titolo: Alessandra, Capitano del RIS
Autore: Francesca Padula
ISBN: 978-88-903118-1-9
leggi il resto...



.:.Home .:. Indietro

RIS5 - Delitti Imperfetti 5 - RIS 5




Dal 1994 in poi ha disseminato circa 23 ordigni esplosivi, di cui 16 esplosi, tra il Friuli e il Veneto.

Per qualcuno il primo attentato 'Unabomber' lo compie nel settembre 1978, quando, a Pordenone, l'esplosione di una radiolina manomessa costa a un operaio la perdita di una mano. Poi, a fine autunno 1988, sempre a Pordenone, un bambino resta ferito agli occhi nelle scuole elementari Gabelli maneggiando una pila esplosiva. Ancora un'esplosione nello stile del bombarolo del Nordest, nel 1993, vicino alla questura di Pordenone e poi un'altra l'8 dicembre dello stesso anno a Portogruaro. Segue la lista "ufficiale" degli attentati.

21 agosto 1994: esplode un cilindro metallico (contenitore che tornerà anche in seguito) tra la folla della coloratissima Sagra dei Osei di Sacile (Pordenone). Nel contenitore innescato c'erano pallini di ferro e polvere da sparo. Bilancio: tre feriti lievi.
17 dicembre 1994: un cilindro metallico esplode davanti alla Standa di Pordenone, il giorno dopo altra eplosione davanti alla chiesa di Aviano (Pordenone). Nessun ferito.
15 marzo 1995: ad Azzano Decimo (Pordenone) esplode un altro famigerato tubo-bomba poco prima della sfilata dei carri mascherati. Non ci sono feriti.
4 agosto 1996: un tubo bomba scoppia con fragore sulla spiaggia affollata colpendo in pieno un turista di Domodossola che viene ricoverato all'ospedale. Giorni dopo viene trovato un altro cilindro pronto ad esplodere sulla spiaggia di Bibione (Venezia).
6 luglio 2000: è uno degli attentati più gravi. Un esplosione sulla spiaggia di Lignano (Udine) investe in pieno e lo ferisce gravemente un carabiniere in pensione di Bologna.
31 ottobre 2000: comincia la serie degli attentati nei supermercati. In una confezione di uova epsosta tra i banchi del "Continente" di Portogruaro (Venezia), un cliente nota delle irregolarità, chiama i carabinieri che scoprono un ordigno in miniatura.
7 novembre 2000: sempre al supermercato "Continente" un tubetto di pomodoro appena comprato da Nadia Ros, 37 anni di Cordignano (Pordenone), esplode e ferisce la donna. Il 18 novembre un tubetto di maionese sospetto viene sequestrato sempre al "Continente" ma non esplode.
2 novembre 2001: ecco un altro degli attentati più gravi di Unabomber. Annita Buosi, 63 anni, è nel cimitero di Motta di Livenza (Treviso) quando un lumino le scoppia in faccia causandole lesioni gravi agli occhi e a una mano.
23 luglio 2002: una casalinga compra un barattolo di Nutella alla Standa di Porcia (Pordenone). Il barattolo le esplode in casa, ma senza conseguenze. L'attenzione di Unabomber sembra spostarsi sui bambini.
24 dicembre 2002: è in corso la messa di mezzanotte nel duomo di Cordenons (Pordenone), quando scoppia un rudimentale ordigno sistemato sopra un confessionale. Nessun ferito ma tantissima paura.
25 marzo 2003: attentato nel tribunale di Pordenone, un ordigno minuscolo scoppia nello sciacquone di un bagno. Un episodio piccolo che non provoca feriti ma che testimonia la volontà di Unabomber di voler sfidare apertamente le istituzioni e le forze dell'ordine. Esattamente un mese dopo, l'attentato sul greto del Piave che colpisce una bimba innocente.
26 gennaio 2005: una scolaresca sta transitando per Venezia quando alcuni bambini notano due piccoli contenitori di plastica a forma di ovetto. (sopresine Kinder ndr.) Uno dei bambini da un calcio per gioco a uno degli ovetti che, secondo le prime frammentarie notizie, è esploso con un piccolo botto. Non ci sono feriti.
13 marzo 2005: Nella chiesa di Motta di Livenza in provincia di Treviso Greta (6 anni) si avvicina al candeliere elettrico e tenta di inserire una candela. La signora Michela si alza e aiuta la bimba che fa fatica a raggiungere il candeliere. La candela esplode ferendo la piccola e la donna. 10 luglio 2005: Era stato piazzato sotto la sella della bicicletta di una ragazza, parcheggiata nei pressi della stazione di Portogruaro, il nuovo ordigno attribuito ad Unabomber. La giovane, spostando la bicicletta, ha fatto cadere la bomba, che non esplosa. 1 ottobre 2005 Unabomber,chiude pool investigativo?? "E' solo questione di tempo, forse sei mesi e poi lo speciale pool investigativo che sta cercando di catturare Unabomber potrebbe essere chiuso". A lanciare l'allarme il procuratore generale di Venezia, Ennio Fortuna, che in una intervista ha detto: "Ci sono pochi fondi e troppe spese. In due anni le indagini sul bombarolo che terrorizza il Nord-Est non hanno dato risultati e quindi il pool a rischio". 2 ottobre 2006 Elvo Zornitta indagato per venti episodi. Unabomber, la perizia inchioda Zornitta "Forbici usate per preparare un ordigno". Ecco l'infamante accusa rivolta dagli investigatori all'ingegner Zornitta, accusato di aver tagliato un componente del congegno inesploso a luglio 2005 gennaio 2007 Smontate le tesi degli investigatori, le forbici sono state manomesse dalla difesa.

Alla caccia di Unabomber sono in azione diverse procure, tra cui Venezia, Udine e Treviso. Si stabilisce di coordinare le indagini anche se le competenze restano alle singole procure. Su Unabomber è in azione un pool di 30 investigatori e 15 carabinieri coordinati dalla questura di Venezia, sono al lavoro anche gli specialisti del Ris di Parma.

LINK

Unabomber:tutti i tentativi per catturarlo
Task Force istituita dal Ministro dell'Interno Pisanu